Meditazione Cristiana – Risplenda la luce

«Un estratto da John Main OSB, THE BURNING HEART: Reading the New Testament with John Main, edito da Gregory Ryan (London: Darton, Longman + Todd, 1966), p. 42-43»

Lo stesso Dio che ha detto, “Risplenda la Luce nelle tenebre”, ha fatto sì che la sua luce risplendesse dentro di noi, per donarci la luce della rivelazione – la rivelazione della Gloria di Dio in Gesù Cristo (2 Cor 4, 6).

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Cristo è luce. Egli è la luce che dà spazio e profondità alla nostra visione. Egli è anche, nella sua consapevolezza pienamente realizzata, gli occhi attraverso i quali noi vediamo il Padre in prospettiva divina. Senza la sua luce la nostra visione resterebbe legata ad una dimensione parziale ed il nostro spirito non potrebbe innalzarsi al di sopra di se stesso nell’infinita libertà e chiarezza cristallina dell’essere unificato. La nostra consapevolezza resterebbe, sebbene meravigliosa, come quella di un osservatore in periferia, … inappagato dalla sua unione con la propria consapevolezza, ‘non coordinato’ con il suo Corpo… Ma la luce che trasforma la nostra debolezza, che fa dei nostri limiti una ‘prova del fuoco’ nella quale il suo potere giunge alla perfezione, è stata liberamente elargita, versata nel nostro cuore quale puro fulgore del Padre, poiché Cristo è lo splendore del Padre. La luce di cui noi abbiamo bisogno per ‘vedere’ non è minore di questo fulgore, la gloria di Dio stesso…

Questa è l’unica conoscenza fondamentale per coloro che umilmente percorrono il pellegrinaggio della preghiera verso l’esperienza della luce… (The Present Christ, p. 15-16)

Medita per trenta minuti. Ricorda: siediti. Resta seduto con la schiena eretta: chiudi gli occhi delicatamente. Resta rilassato ma vigile. In silenzio, interiormente, comincia a pronunciare una sola parola. Noi suggeriamo il mantra ‘Maranatha’. Recitalo scandendo le quattro sillabe di eguale lunghezza. Ascoltale mentre le pronunci, gentilmente ma continuamente. Non devi pensare o immaginare nulla di spirituale o altro. I pensieri e le immagini si proporranno ma tu limitati a lasciarli passare. Mantieni la tua attenzione al mantra con fedeltà, umiltà e semplicità, dall’inizio alla fine della tua meditazione.

Dopo la meditazione
da UNSEEN RAIN : Quartine di Rumi, di John Moyne and Coleman Barks (Putney, VT:1986) p. 11

Alcune notti, resto sveglio fino all’alba,
mentre la luna a volte sostituisce il sole.
Essere un secchio colmo, tirato su lungo
l’oscuro cammino di un pozzo,
sollevato fino a vedere la luce.

Meditazione Cristiana di Consapevolezza (macrolibrarsi)
Meditazione Cristiana (amazon)
Fonte



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: