Meditare sulla natura

Uno dei malintesi più ricorrenti tra coloro che meditano è credere che la natura sia qualcosa di avulso dalla propria coscienza. L’esplorazione del proprio sé più intimo, del sostrato interiore, non può prescindere dalla contemplazione silente delle forme tangibili.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen - buddhismo

Credere di essere interdipendenti, pensare che la vita sia essenzialmente unità, intuire che non siamo aride isole separate, ma elementi attivi di un contesto complessivo, da una parte, e constatarlo concretamente, tangibilmente, dall’altra, sono due circostanze del tutto complementari. Meditare sulla natura, anche se in questo caso solo mediante un filmato, è imprescindibile perché la natura è anche la nostra stessa coscienza.

Mente, corpo e spirito (amazon)
Meditazione e focalizzazione (amazon)
Libri sulla meditazione – Mcrolibrarsi.it



Una risposta

  1. Amelio ha detto:

    Anche perchè in fondo anche noi siamo “natura”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: