La meditazione è la fine dell’«io» – Jiddu Krishnamurti

Nello spazio che il pensiero si crea intorno non c’è amore. Questo spazio divide l’uomo dall’uomo, e in esso è contenuto tutto il divenire, la lotta della vita, la sofferenza e la paura. La meditazione è la fine di quello spazio, la fine dell’“io”. Allora i rapporti hanno un significato del tutto diverso, perché in quello spazio che non è prodotto dal pensiero l’altro non esiste, tu non esisti.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Non sappiamo cosa sia l’amore, perché nello spazio che il pensiero si crea intorno come “io”, l’amore è il conflitto dell’“io” con il “non-io”. Questo conflitto, questo tormento, non è amore.

Il pensiero è la negazione stessa dell’amore, e non può penetrare in quello spazio in cui l’“io” non è più. Quello spazio contiene la benedizione che l’uomo cerca senza successo. La cerca entro i confini del pensiero, ma il pensiero distrugge l’estasi di quella benedizione.

(Da: Meditazione – Jiddu Krishnamurti)

Jiddu Krishnamurti (amazon)
Krishnamurti (macrolibrarsi)
it.wikipedia.org/wiki/Jiddu_Krishnamurti
https://it.krishnamurti-teachings.info
Aforismi di Jiddu Krishnamurti su Meditare.it
jkrishnamurti.org



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: