La potenza del pensiero – Swami Sivananda

«La meditazione per l’applicazione prolungata del pensiero. Essendo una forza notevolissima, il pensiero provoca un enorme potere. E’ di grande importanza conoscere l’uso di questo potere nel modo più completo possibile onde poter ottenere i migliori risultati. Il fine può essere conseguito solo tramite la pratica della meditazione.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo

L’applicazione del pensiero porta la mente sull’oggetto della meditazione ed il pensiero continuo la tiene occupata ininterrottamente. L’estasi provoca l’espansione della mente e la sua beatitudine, perché è riuscita ad allontanare la distrazione, grazie ai suddetti tipi di pensiero. La meditazione si verifica quando applicate la mente con perfetta padronanza e quando la continuità del pensiero provoca nella mente stessa la beatitudine ed il Samadhi o estasi, il più alto grado della perfezione. …

La meditazione consiste nel soffermare la mente su una forma o su un soggetto per lungo tempo. Per eliminare le ansie, le modificazioni della mente e tutti gli altri ostacoli che intralciano la via dell’evoluzione interiore, è necessaria la pratica della concentrazione, che è l’unico rimedio applicabile. La concentrazione è in netta opposizione ai pensieri dei sensi ed ai desideri; sta come la gioia all’inquietudine e al timore; è un pensiero prolungato e costante su un oggetto; …»

(Da: La potenza del Pensiero – Swami Sivananda)

Il libro è una raccolta completa e nello stesso tempo semplice e profonda dei concetti più importanti che regolano il controllo della mente ed armonizzano le energie del pensiero. Possiamo, seguendo questi basilari insegnamenti, modificare il nostro destino, che modella continuamente ed incessantemente le nostre vite.

Swami Sivananda Sarasvati nacque nel 1887 in una grande e nobile famiglia del Sud dell’India; laureatosi in medicina, si dedicò alla professione in Malesia con grande successo. Nel 1924, attratto dal richiamo della ricerca spirituale, approdò a Rishikesh, alle pendici dell’Himalaya, dove nel 1932 fondò lo Sivananda Ashram e nel 1936 la Divine Life Society. Scomparso nel 1963, ha lasciato più di 300 libri sullo Yoga, traducendo oltre alla Bhagavad Gita anche i Brahmasutra, il Bhagavatam, molte Upanishad e scrivendo moltissimi altri volumi su tutti gli aspetti pratici dello Yoga, del Vedanta e della Sadhana spirituale.

Swami Sivananda Saraswati – Amazon
Swami Sivananda Saraswati – Macrolibrarsi
https://it.wikipedia.org/wiki/Shivananda  



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: