Il Giardino Zen

«Inizialmente furono creati paesaggi intorno ai quali passeggiare e meditare rimanendo sui bordi … L’orientamento della sabbia in grani serve a rilassarsi e meditare … Le rocce-isole sono il fulcro della meditazione e rappresentano l’immortalità, la longevità e la salute.»

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

L’usanza di avere giardini di sabbia e pietra venne introdotta in Giappone dalla Cina e dalla Corea, ma furono i monaci zen a creare il karesansui, il vero e originale giardino di sabbia e pietra giapponese. Il giardino Zen si trasforma quotidianamente seguendo e riflettendo il costante mutamento dell’universo, creando uno spazio di pace tranquilla, di silenzio arcano e di grande armonia; la mente può espandersi e liberare l’immaginazione.

Inizialmente furono creati paesaggi intorno ai quali passeggiare e meditare rimanendo sui bordi. I sacerdoti Zen hanno poi assegnato alla loro costruzione lo scopo di aiutare alla comprensione più profonda dello Zen e dei suoi principi base che hanno portato alla creazione dei kansho-niwa o giardini della contemplazione.

Per costruire un autentico giardino karesansui occorre tenere presente alcune regole. Aggiungere un elemento o modificare l’orientamento della sabbia in grani serve a rilassarsi e meditare, pensando alla tranquillità e alla vastità dell’oceano. Non vanno utilizzati grani multicolori. Il granito bianco e uniforme crea la giusta atmosfera e illumina con il proprio riflesso anche le aree vicine. Le rocce-isole sono il fulcro della meditazione e rappresentano l’immortalità, la longevità e la salute. Occorre rastrellare la graniglia di sabbia in modo continuo senza mai fermare il rastrello che deve essere sempre spinto in avanti e mai tirato indietro.

Si dovranno creare percorsi visivi uniformi e senza interruzioni che percorrono per la sua lunghezza il giardino e ruotano armoniosamente intorno alle isole. Spesso vengono aggiunti dei ponticelli che simboleggiano il passaggio attraverso il mare per raggiungere un punto di vista alternativo che altrimenti non sarebbe visibile. L’attraversamento è di buon auspicio all’inizio delle diverse stagioni, per operare profondi cambiamenti, secondo un’idea originaria della Cina classica.

Gli ideali estetici espressi nei giardini sono resi dalla disposizione degli elementi, tale da creare un effetto di naturalezza evitando impatti eccessivi sulla percezione dell’intero giardino. La simmetria e l’eccessiva eterogeneità portano a scene complicate che disturbano la tranquillità visiva.

Vediamo di seguito il significato di alcuni ornamenti del giardino ed altri consigli utili (derivanti dal Feng Shui cinese):

  • Piccole fontanelle e stagni portano grandissima fortuna economica se sistemati negli angoli a nord o a sud-est.
  • Se si hanno ruscelli o stagni d’acqua davanti a casa dovrebbero essere a sinistra guardando fuori dalla porta d’ingresso. Così è assicurata la stabilità di coppia. Se l’acqua e’ invece a destra, il marito probabilmente guarderà con interesse le altre donne. Occorre però ricordare di non esagerare con bacini d’acqua: troppa acqua fa versare lacrime.
  • Qualsiasi vialetto conduca alla vostra porta d’ingresso dovrebbe fare alcune curve, per ricavarne fortuna.
  • Non lasciate che l’ingresso della vostra casa si affacci su una strada dritta. Bloccate l’energia negativa che ne deriva con un gruppo d’alberi, una staccionata di legno, una siepe.
  • Nel retro della casa dovrebbero esserci alberi e una collinetta. Si godrà così della protezione della tartaruga celeste.
  • Se il terreno intorno a casa è ondulato, ospita i draghi portafortuna. Se e’ piatto e privo di movimento allora non c’è alcun drago e la terra è meno fortunata.
  • I pendii e le colline devono essere dolci, non ripide; solo così l’energia che affluisce è benigna e carica di prosperità. Mai costruire la casa sul cucuzzolo di una collina, in modo da non avere forti venti che portano i fattori climatici perversi.
  • Le piante sono di ottimo auspicio, il legno significa crescita e sviluppo specialmente se posto a est, sud-est e sud. Gli alberi non devono sopraffare la casa e devono essere potati regolarmente.
  • Occorre non posizionare piante appuntite e cespugli spinosi vicino a casa ed eliminare l’acqua stagnante, le foglie o le piante secche poiché sono tutti elementi portatori di energia negativa.

Cultura Zen – (macrolibrarsi)
Tutto Zen (amazon)
Cuscini per la meditazione (macrolibrarsi)
Cuscini da meditazione ‘Zafu’ (amazon)
Fonte



2 Risposte

  1. nicoletta ha detto:

    Avere un giardino zen dove meditare e rilassarmi è il mio sogno da tanto tempo, chissà se un giorno riuscirò ad andare a vivere fuori città così d’avere la possibilità di realizzarne uno, anche non troppo grande. Vorrei chiederti una cosa, su sorgentenatura ho visto alcuni giardini zen da tavolo, mi piacerebbe sapere se possono aiutare durante la meditazione. Grazie mille.

    • redazione ha detto:

      Nicoletta, dipende dalla propria indole. Se si è metodici, riflessivi, forse – quel tipo di giardino zen cui ti riferisci – potrebbe essere anche utile per meditare. Tuttavia, creare un giardino al’aria aperta è incomparabile. Sai, questo vecchio post l’avevo dimenticato. Ora l’ho riletto e lo riproporrò. Grazie.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: