Meditazione al cioccolato

Ecco una delle tecniche di meditazione più semplici e adatte ai principianti. È tratta dal libro Mindfulness: An Eight-Week Plan for Finding Peace in a Frantic World, di Mark Williams, Danny Penman e Jon Kabat-Zin.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Scegli della cioccolata, meglio se di un tipo che non hai mai assaggiato prima o non mangi da molto tempo. Può essere amara, dolce o alle nocciole, non importa. La cosa fondamentale è che non sia un sapore a cui si è già abituati. Cominciamo con lo scartare il pacchetto usando i nostri sensi: la dita sul cartone, poi sulla carta stagnola più morbida o la plastica.

Proviamo a percepire l’odore del contenuto, non appena aperta la confezione. Quale messaggio arriva alle narici? Sprofondiamo nella sensazione dell’aroma e osserviamo il colore, la forma, le sfumature del cioccolato tra le nostre mani. Ascoltiamo il suono della tavoletta mentre ne fratturiamo un pezzetto e lo mettiamo in bocca. Quanta forza abbiamo calibrato tra le dita? Tratteniamo il cioccolato per qualche istante sulla lingua senza masticarlo, percepiamone il gusto, la consistenza e il nostro respiro mentre assaporiamo questa spezia pregiata.

Nella cioccolata sono comprese oltre 300 sfumature di sapore, quante ne percepiamo in questo presentissimo atto di lussuria gustativa? Cerchiamo di notare anche se la mente tende ad abbandonare la situazione presente o è totalmente assorta dal lento sciogliersi della miscela di cacao sulla lingua. Quali pensieri raggiungono la nostra mente? Quali azioni il resto del corpo? Mentre assaporiamo questa delizia, come si sentono e in quale posizione sono i nostri piedi, le mani, il busto e le gambe? Se la mente ci abbandona seguendo altri pensieri, riportiamola gentilmente al presente.

Quando la cioccolata si è sciolta completamente, deglutiamo deliberatamente e ripetiamo l’intero procedimento se serve. Come ci sentiamo alla fine di questo rituale dei sensi? Notiamo una differenza nel modo di assaporare la cioccolata e nelle reazioni fisiche e psicologiche?

Questo frammento di cioccolata ci sembra forse più buono o diverso da tanti altri in passato? Portare attenzione alle azioni presenti, al nostro modo di percepirle e al respiro è di per sé una tecnica di meditazione. Guidare dolcemente la mente alla totale presenza mentale è una delle fondamentali arti di felicità.

Da huffingtonpost.it del 26-12-13, leggi tutto l’articolo di Di Giulia Belardelli; Paola Richard …
Jon Kabat-Zinn – Macrolibrarsi
Jon Kabat-Zinn – Amazon
http://en.wikipedia.org/wiki/Jon_Kabat-Zinn



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: