Per rimanere a galla nella vita

Tutto quel che c’è da sapere su come vivere bene, l’ho imparato dall’arca di Noè …

Non perdere l’imbarco: una volta salpata, la nave non torna indietro per te.

Ricorda che stiamo tutti sulla stessa barca.

Pianifica le cose: non stava ancora piovendo, quando Noè cominciò a costruire l’arca.

Mantieniti in forma: anche a 600 anni suonati, capita che qualcuno ti chieda di fare qualcosa di veramente importante.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Frègatene, di chi ti dice che sei soltanto un pazzo: completa tutto il lavoro che ritieni vada fatto.

Costruisci il tuo futuro su basi solide.

Per stare sicuro, viaggia sempre in coppia.

La velocità non è sempre un vantaggio: dopotutto, le lumache erano a bordo insieme alle scimmie.

Quando ti senti stressato, rilassati e per qualche tempo bada soltanto a rimanere a galla.

Rifletti sul fatto che l’arca è stata costruita da un dilettante, mentre il Titanic era opera di professionisti.

Per quanto tremenda ti appaia la tempesta, se non perdi la fede ci sarà sempre un arcobaleno ad aspettarti domani.

(Per rimanere a galla nella vita di The One Phoenix)

Mente, corpo e spirito (amazon)
Meditazione e focalizzazione (amazon)
Meditazione (macrolibrarsi)



Una risposta

  1. Giovanni Innocenzi ha detto:

    “Rimanere a galla…” mi fa venire in mente Gesù che, contrariamente ai suoi apostoli timorosi di annegare, dormiva tranquillo e anche camminava sulle acque, cioè galleggiava, non affogava. Questa è la spiegazione di quel suo miracoloso camminare sul lago.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: