Meditazione sulla rosa – Aivanhov

“Quante cose potete capire meditando davanti a una rosa! Contemplatela, collegatevi al suo spirito, parlatele come a un essere vivente, chiedetele di rendere la vostra anima simile a lei, di impregnarla delle sue quintessenze affinché la vostra anima diventi a sua volta un fiore nel giardino di Dio e possa rallegrare le entità celesti che amano frequentare la terra.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Sì, perché le entità celesti gioiscono nello scoprire sul proprio cammino dei fiori, ossia delle anime pure e luminose. Allora quelle entità se ne prendono cura e le proteggono per renderle ancora più belle. Che mistero ancora è la rosa! Il suo colore è quello dell’amore spirituale; la sua forma, l’espressione dell’amore perfetto; il suo profumo, quello della purezza. Ma fra coloro che coltivano rose nel proprio giardino o che ornano con esse la propria casa, quanti immaginano cosa rappresentino realmente le rose? Perché non provano a cercare attraverso le rose la via del vero amore, l’amore che non imprigiona, l’amore che libera…?”

(Omraam Mikhael Aivanhov)

Aivanhov su Amazon.it
Aivanhov su macrolibrarsi
Aivanhov su Wikipedia
Prosveta pubblica le opere d’Aivanhov



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: