Ogni atto disinteressato (Bhagavad Gita)

Ogni atto disinteressato […] è originato dal Brahman, divino, eterno ed infinito. È presente in ogni atto di abnegazione. Tutta la vita si ispira a questa legge […] Chiunque la violi, indulgendo nel piacere dei sensi ed ignorando i bisogni degli altri, spreca la propria vita.

Ma coloro che realizzano la loro vera natura sono sempre soddisfatti. Avendo trovato la scaturigine della gioia e dell’adempimento, essi non rincorrono più la felicità nel mondo esterno. Non hanno più niente da guadagnare né da perdere tramite nessuna azione; né la gente né le cose possono minacciare la loro sicurezza.

(Bhagavad Gita 3:15-18)

Mente, corpo e spirito (amazon)
Meditazione e focalizzazione (amazon)
Meditazione (macrolibrarsi)



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: