Aneddoto su San Francesco – Osho

«Un bellissimo aneddoto sulla vita di san Francesco: era in punto di morte e tutti i suoi discepoli si erano radunati intorno a lui per ascoltare le ultime parole del santo che per tutta la vita aveva viaggiato a dorso d’asino, da un paese all’altro, per condividere le sue esperienze con la gente. Le ultime parole, quelle che un uomo dice in punto di morte, sono sempre le più significative, perché contengono l’intera esperienza di una vita. Ma i discepoli non riuscirono a credere alle proprie orecchie: san Francesco non stava parlando con loro ma con il suo asino!

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Il santo disse: “Fratello asino, sento di aver un gran debito con te. Mi hai sempre trasportato da un paese all’altro, senza mai lamentarti, senza mai protestare. Desidero solo che tu mi perdoni, prima che io lasci questo mondo, perché mi sono comportato in modo disumano con te”.

Queste furono le ultima parole di san Francesco. Occorre una sensibilità enorme per poter chiamare il proprio asino: “Fratello asino”, chiedendo il suo perdono.»

Tratto da: Osho – Il gioco delle emozioni – Oscar Mondadori – Edizione 2004, pp. 16, 17

Libri e DVD di Osho – Macrolibrarsi
Osho su Amazon
Osho.com
it.wikipedia.org/wiki/Osho
Oshoba.it



Una risposta

  1. franco ha detto:

    L’asino, con cui Francesco parlava, era il suo corpo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: