Nulla è impossibile – Yogananda

– Nulla è impossibile quando la volontà diventa dinamica –
Scegliete uno scopo buono, sano e costruttivo e poi decidete di raggiungerlo. Non importa quante volte fallirete: continuate a tentare. Qualunque cosa accada, se avete deciso in modo inalterabile: “La terra potrà andare in frantumi, ma io continuerò a fare del mio meglio”, voi riuscirete, perché state usando volontà dinamica. Questa volontà dinamica è quella che rende un uomo ricco, un altro forte e fa di un altro un santo.

Meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Non soltanto Gesù e pochi altri hanno conosciuto Dio. Se fate il giusto sforzo, voi stessi troverete Dio. A cosa serve usare oggi la volontà dinamica per essere un grande medico, o un efficiente uomo d’affari, se domani potete morire? Per questo Gesù disse: “Cercate prima il regno di Dio”. Matteo, 6, 33.

Usate la vostra volontà per conoscere innanzitutto Dio; allora Egli dirigerà il vostro cammino nella vita.

Voi usate volontà dinamica quando, giorno e notte, sussurrate dentro di voi: “Signore, Signore, Signore!”, col più profondo desiderio di trovarLo.

E’ meglio che usiate la vostra volontà per cercare Dio piuttosto che per qualsiasi altra cosa. Sono così felice ch’Egli mi abbia benedetto con la divina volontà che il mio Guru, Sri Yukteswarji, ha risvegliato in me.

Prima d’incontrare il Maestro esercitavo quel potere della volontà a destra e a manca per cose inutili. Ma anche allora, ogni volta che mi impegnavo in qualche cosa, usavo volontà dinamica per portarla a termine.

Ricordo la prima volta che usai volontà dinamica per aiutare qualcun altro. Il mio amico ed io eravamo, allora, soltanto due ragazzini. Un giorno gli dissi: “Daremo da mangiare a cinquecento persone”. “Ma non abbiamo un centesimo!”, esclamò l’altro. “Lo faremo lo stesso”, assicurai. “E credo che il denaro ci verrà per mezzo tuo”.

“Questo è impossibile!”, mi schernì. Una convinzione intuitiva mi spinse a dire: “Non offendere in alcun modo tua madre. Fa’ tutto ciò che ti chiede di fare”.

Il giorno dopo arrivò di corsa e mi raccontò la sua storia. “Stavo facendo il bagno e la mamma mi chiamò. Stavo per rispondere: ‘Non seccarmi proprio ora che sto facendo il bagno’, ma invece le domandai cosa volesse. Mi disse di andare a vedere mia zia che abitava lì vicino. ‘Va bene’, risposi.

“Quando arrivai da mia zia, la prima cosa che mi disse, fu: ‘Chi è quel matto al quale ti accompagni? Sei uscito di senno? Cos’è questa cosa che ho sentito dire, che darete da mangiare a cinquecento persone?’. Mi sono arrabbiato e le ho detto: ‘Ora devo andarmene’ e ho fatto per andar via. Ma lei mi ha fermato, dicendo: ‘Il tuo amico sarà matto, ma la sua idea è buona. Eccoti venti rupie”.

Il ragazzo era quasi svenuto dalla sorpresa. Corse subito da me per darmi la notizia. Quando andammo a comperare il riso e le altre cose, la gente del vicinato aveva già udito parlare del nostro piano e aggiunse altro cibo. Alla fine demmo da mangiare a duemila persone! La stessa volontà, caricata divinamente, ha anche portato in esistenza la prima biblioteca da me fondata, la Saraswat Library a Calcutta.

Quando avete deciso di fare delle cose buone, le porterete a termine se userete volontà dinamica per compierle. Quali che siano le circostanze, se continuerete a tentare, Dio creerà i mezzi per cui la vostra volontà riceverà la dovuta ricompensa. Questa è la verità alla quale si riferiva Gesù quando disse: “Se avrete fede e non dubiterete … se direte a questo monte ‘levati e gettati nel mare’, ciò avverrà”. Matteo, 21, 21. Se userete la vostra volontà continuamente, quali che siano le difficoltà che sopraggiungeranno, essa produrrà il successo, la salute e la facoltà d’aiutare altre persone; e soprattutto, produrrà la comunione con Dio.

Questo è il tipo di volontà che dovete sviluppare: quella volontà che prosciugherà l’oceano, se sarà necessario per compiere ciò che è bene. La massima volontà dovrebbe essere usata per meditare. Il Signore vuole che noi scopriamo la nostra volontà divina e che la usiamo per trovarLo.

Sviluppate questa volontà dinamica per cercare Dio. Non sono le parole profonde che vi daranno la liberazione, ma i vostri propri sforzi attraverso la meditazione.

Cercate Dio adesso!

[ Da: “Il Divino Romanzo” di Paramahansa Yogananda ]

– Paramahansa Yogananda su Amazon
– Paramahansa Yogananda su Macrolibrarsi
– Paramahansa Yogananda su Wikipedia
Aforismi di Yogananda
– Self-Realization Fellowship

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: