Jnana Yoga, Karma Yoga (esempi) – Swami Vivekananda

* La responsabilità individuale *

Noi esseri umani siamo molto lenti nel riconoscere le nostre debolezze e siamo sempre pronti a biasimare i nostri simili, o Dio o ad evocare un fantasma e dire che è il destino. Questo tentativo di gettare il biasimo sugli altri indebolisce sempre di più.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Dite: “La miseria che io soffro è una conseguenza del mio operato” e una tale riflessione basti a rendervi evidente che il rimedio a tali sofferenze dev’essere unicamente apportato da voi. Ciò che io ho creato ora posso demolirlo, ciò che è stato creato da altri non potrà giammai da me essere distrutto. Prendete tutta la responsabilità sulle vostre spalle e sappiate che voi soli siete i creatori del vostro destino. Tutta la forza e tutto l’aiuto di cui abbisognate sono dentro di voi. Perciò createvi voi stessi il vostro avvenire.

Swami Vivekananda, Jnana Yoga

 

* Il pensiero creativo *

E’ il pensiero che agisce come forza motrice in noi. Riempitevi la mente di pensieri elevati, ascoltateli costantemente ogni giorno e sempre. Non preoccupatevi quando cadete e fallite: ciò é naturale e costituisce l’incentivo della vita.

La forza vitale di ogni essere é prana e il pensiero é la più sottile ed elevata manifestazione del prana.

Swami Vivekananda, Karma Yoga

(Da: Vivekananda – Yoga Pratici – Karmayoga, bhaktiyoga, rajayoga)

Swami Vivekananda – Macrolibrarsi
Swami Vivekananda – Amazon
http://it.wikipedia.org/wiki/Vivekananda

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: