Thich Nhat Hanh sulla generazione digitale

«Oggi i giovani passano troppo tempo su Internet, questa è una malattia del nostro tempo. Quando passiamo tre ore davanti al computer, ci dimentichiamo completamente di avere un corpo. Internet è uno strumento che può essere di grande beneficio o portarci molti problemi.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo

Utilizzare Internet è un tipo di consumo. Consumiamo attraverso le idee, le immagini e i suoni con cui veniamo in contatto e questi possono essere elementi salutari o tossici. Le persone sono spesso sopraffatte dal numero di informazioni che ricevono su Internet. Molti di noi possono sviluppare una vera e propria dipendenza dall’essere online. Perdiamo noi stessi in questo mare di informazioni e quindi non siamo presenti per noi stessi, per i nostri cari e per la natura. Ci illudiamo pensando che rimanendo su Internet possiamo connetterci con gli altri, ma in realtà ci sentiamo sempre più soli.

La consapevolezza ci aiuta prima di tutto a moderare il tempo che passiamo su Internet, e allo stesso momento ci aiuta a sapere se quello con cui entriamo in contatto è benefico o se ci fa sentire ancora più disperazione e solitudine. Consumiamo Internet per coprire la nostra solitudine, ma in realtà ci fa sentire sempre peggio. Molto spesso, quando consumiamo news, film, e pubblicità, stiamo consumando rabbia, violenza, paura e desiderio».

Thich Nhat Hanh

Thich Nhat Hanh – Macrolibrarsi.it
Thich Nhat Hanh – Amazon
Thich Nhat Hanh su wikipedia
EsserePace.org – Thich Nhat Hanh
Fonte



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: