“La preghiera che avevo dimenticato” di Paulo Coelho

Camminando per le strade di San Paolo tre settimane fa, ho ricevuto da un amico, Edinho, un volantino intitolato L’istante sacro. Stampato a quattro colori, su ottima carta, non identificava alcuna chiesa o culto, ma aveva sul retro una preghiera. Quale non è stata la mia sorpresa nel vedere che chi firmava quella preghiera ero io!

Era stata pubblicata all’inizio degli anni Ottanta, sul risvolto di copertina di un libro di poesie. Non pensavo che avrebbe resistito al tempo, né che mi sarebbe potuta tornare fra le mani in maniera tanto mistriosa; ma, quando l’ho riletta, non mi sono vergognato di ciò che avevo scritto.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Visto che si trovava su quel volantino, e visto che io credo nei segni del destino, ho ritenuto opportuno riprodurla qui. Così spero di incoraggiare ogni lettore a scrivere la propria personale preghiera, per chiedere per sé e per gli altri ciò che ritiene più importante. In questo modo, noi attiviamo una vibrazione positiva nel nostro cuore, ed essa contagerà tutto quello che ci circonda. Ecco la preghiera.

Signore, proteggi i nostri dubbi, perché il Dubbio è una maniera di pregare. Esso ci fa crescere, perché ci obbliga a guardare senza paura le tante risposte a una stessa domanda. E affinché ciò sia possibile,

Signore, proteggi le nostre decisioni, perché la Decisione è una maniera di pregare. Dacci il coraggio, dopo il dubbio, di essere capaci di scegliere tra un cammino e l’altro. Che il nostro sì sia sempre un sì, e il nostro no sia sempre un no. Fa’ che una volta scelto il cammino, non guardiamo giammai indietro, né lasciamo che la nostra anima sia rosa dal rimorso. E affinché ciò sia possibile,

Signore, proteggi le nostre azioni, perché l’Azione è una maniera di pregare. Fa’ che il nostro pane quotidiano sia frutto del meglio di quanto abbiamo dentro di no. Che possiamo, attraverso il lavoro e l’azione, condividere un po’ dell’amore che riceviamo. E affinché ciò sia possibile,

Signore, proteggi i nostri sogni, perché il Sogno, è una maniera di pregare. Fa’ che, indipendentemente dalla nostra età o dalla situazione, siamo capaci di mantenere accesa nel cuore la fiamma sacra della speranza e della perseveranza. E affinché ciò sia possibile,

Signore, riempici sempre di entusiasmo, perché l’Entusiasmo è una maniera di pregare. È lui che ci unisce ai Cieli e alla Terra, agli uomini e ai bambini, e ci dice che il desiderio è importante, e merita il nostro impegno. È lui che ci dice che tutto è possibile, purchè ci impegniamo totalmente in ciò che facciamo. E affinché ciò sia possibile,

Signore, proteggici, perché la Vita è l’unica maniera che abbiamo per manifestare il Tuo miracolo. Che la terra continui a trasformare la semente in grano, che noi cotinuiamo a tramutare il grano in pane. E questo è possibile solo se avremo Amore – dunque, non lasciarci mai in solitudine. Dacci sempre la Tua compagnia, e la compagnia di uomini e donne che hanno dubbi, agiscono e sognano, si entusiasmano e vivono come se ogni giorno fosse totalmente dedicato alla Tua gloria.

Amen

– Paulo Coelho –

Paulo Coelho (macrolibrarsi)
Paulo Coelho (amazon)
http://it.wikipedia.org/wiki/Paulo_Coelho
Pagina dedicata a Paulo Coelho su Amazon



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: