Colui che medita può costruire o distruggere – Aivanhov

La meditazione è un’attività che ci colloca al confine tra due mondi: uno che è al di sopra di noi, e l’altro che è sotto di noi; e da questa regione intermedia che occupiamo, noi mettiamo in moto, tramite il pensiero, degli elementi, delle forze e delle entità.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo - benessere - salute

Colui che medita non è quindi un essere passivo, bensì un essere che agisce: tramite il suo pensiero può costruire o distruggere, può organizzare le cose oppure sconvolgerle; e se non è illuminato, se non è intelligente, evidentemente più che sistemarle le sconvolge. Che lo sappia o meno, fisicamente, chimicamente, egli sta spostando delle forze e degli elementi per il bene o per il male, per la costruzione o per la distruzione. Allora, attenzione allo stato in cui vi trovate allorché decidete di meditare: sforzatevi sempre di dare uno scopo luminoso al lavoro che eseguite tramite il pensiero.

(Omraam Mikhael Aivanhov)

Aivanhov su Amazon.it
Aivanhov su macrolibrarsi
Aivanhov su Wikipedia
Prosveta pubblica le opere d’Aivanhov



Una risposta

  1. Elda Vigliarolo ha detto:

    È molto interessante!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: