Il vento dell’impermanenza – Nichiren Shonin

Come passano veloci i giorni! Ciò ci rende coscienti di quanto brevi siano gli anni che ci rimangono da vivere. Gli amici godono insieme dei fiori di ciliegio in un mattino di primavera e poi se ne vanno, portati via, come i fiori, dal vento dell’impermanenza, lasciando dietro di sé soltanto i loro nomi.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - mindfulness - zen - buddhismo

Quando si disperdono i fiori, i ciliegi fioriranno ancora al sopraggiungere della primavera, ma quando rinasceranno quelle persone? I compagni coi quali abbiamo composto poemi che celebravano la luna nelle sere d’autunno sono spariti insieme alla luna stessa, dietro le nubi fuggenti. Solo le loro immagini mute rimangono nei nostri cuori. La luna è tramontata dietro le montagne a ponente, tuttavia l’autunno prossimo comporremo ancora poesie alla sua luce. Ma dove sono i nostri compagni che sono passati via? Anche quando la tigre della morte s’avvicina ruggendo, noi non ci sentiamo.

(Nichiren Shonin, Lettera a Niike – Saggezza buddista)

Buddhismo & Meditazione (amazon)
Buddha e Buddismo (macrolibrarsi)



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: