Skip to Content

Questa è la vecchia versione provvisoria di meditare.net. Quella nuova e aggiornata si trova all'indirizzo: http://www.meditare.net/wp

maestri

Maestri, insegnanti spirituali e di meditazione. Categoria "maestri" nel blog di meditare.net (meditazione, benessere, spiritualità).

Nisargadatta Maharaj (1897-1981)

Maruti Kampli nasce a Bombay nel marzo 1897. Per vivere fa il tabaccaio. Fino a trentacinque anni conduce una vita ordinaria di un piccolo commerciante indiano: lavoro, famiglia (si è sposato ed ha avuto parecchi figli). Si interessa alle questioni religiose, che lo portano a discutere con i bramini e a confrontarsi con le contraddizioni del dogmatismo che egli rifiuta.

Achaan Chah (1918-1992)

Nato il 17 giugno 1918 da una famiglia agiata e numerosa in un villaggio agricolo della Tailandia nordorientale, prende l’ordinazione monastica a vent’anni. Dopo alcuni anni di vita ascetica incontra Achaan Mun, il maestro cui si deve la rinascita della tradizione dei monaci della foresta, il quale gli dischiude la via della meditazione. Si dedica allora a una pratica intensa, vivendo in foreste e caverne; nel 1954 si stabilisce in un boschetto nei pressi del villaggio natale. La malaria, la scarsità di cibo, i ripari poveri e precari non impediscono l’afflusso di numerosi discepoli.

Padre Bede Griffiths (1906-1993)

«Giungiamo così a questa conclusione paradossale, ma teologicamente confermata, che non è attraverso la sua professione esteriore di fede che l'uomo si salva, sia egli cristiano o ebreo, indù, buddista, musulmano o agnostico o addirittura ateo, ma attraverso la sua risposta al richiamo della grazia che gli viene rivolto, segretamente, indipendentemente dal fatto che abbia o no delle convinzioni religiose».
(in “Saggi per un dialogo indù-cristiano”)

Gurdjieff George Ivanovich (1866-1949)

Gurdjieff George Ivanovich, nato ad Alessandropoli, in Russia, nel 1866, circondato da leggende fantastiche, la sua vita è quella di un uomo interamente consacrato alla ricerca di una conoscenza perduta e all'arduo compito di farla rivivere ai nostri giorni.

Condividi contenuti

Meditazione nel Web su Google +1